fbpx

Gli abiti custoditi dalla Galleria del Costume di Palazzo Pitti a Firenze, appartenuti a questa formidabile pianista e sfoggiati nei salotti della Roma degli anni Cinquanta, sono attribuiti alla vena creativa del grande Emilio Schuberth, noto couturier italiano che ha vestito l’alta aristocrazia italiana e straniera. Definito il “sarto delle dive”, disegnò abiti per la principessa Soraya, Rita Hayworth, Ingrid Bergman, Bette Davis, Brigitte Bardot, Sophia Loren, Gina Lollobrigida e Anna Magnani. I suoi capi si riconoscono dalla preziosità delle decorazioni realizzate in varie forme: un intricarsi di ricami, applicazioni in tessuto, merletti, pennellate di colore.

Visitando la Galleria del Costume si possono ammirare gli splendidi abiti appartenuti ad Antonella Cannavò Florio, dalla linea tipicamente anni Cinquanta, caratterizzati dai corsetti steccati, i profondi scolli a cuore che puntano a valorizzare le morbide curve femminili, la ampie gonne a cupola che riportano agli sfarzosi abiti ottocenteschi.

fonti testi e immagini: Donne Protagoniste nel Novecento – Galleria del Costume di Palazzo Pitti, Livorno, Sillabe, 2013